Navigazione veloce

Disturbi specifici di apprendimento

I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO (DSA)

CHE COSA SONO I DSA

La dislessia, la disortografia, la disgrafia, la discalculia costituiscono un gruppo eterogeneo di disturbi denominati Disturbi evolutivi Specifici di Apprendimento.
Le principali caratteristiche sono:
L’origine neuroevolutiva – Le strutture neurali sono in progressiva fase di sviluppo e i DSA si manifestano solo quando un bambino viene esposto alla lettura, alla scrittura e al calcolo.
La specificità – Tali disturbi riguardano solo alcune abilità che “normalmente” vengono automatizzate, compromettendo così in modo significativo ma circoscritto solo le abilità strumentali (lettura/scrittura/calcolo), ma lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale. Gli alunni con DSA sono comunque ragazzi che hanno un’intelligenza nella norma, o anche superiore.

QUALI SONO I DSA

Dislessia (disturbo specifico della lettura). Riguarda la capacità di decodificare un testo scritto e si manifesta attraverso una minore correttezza e rapidità della lettura a voce alta rispetto a quanto atteso per età anagrafica, classe frequentata, istruzione ricevuta.
La dislessia non riguarda le abilità di comprensione del testo scritto, ma la difficoltà nella comprensione può essere un fattore secondario.
Disortografia (disturbo specifico nella compitazione). E’ il disturbo della scrittura che riguarda l’ortografia. La scrittura è caratterizzata da errori ortografici di diverso tipo e spesso la stessa parola all’interno di un testo può essere scritta in più modi.
Disgrafia (disturbo specifico della scrittura). E’ il disturbo che colpisce le prassìe della scrittura. In rapporto all’età anagrafica e alla scolarità, la scrittura risulta meno fluente e/o l’aspetto grafico di minore qualità e comprensibilità. L’allievo si affatica maggiormente rispetto ai suoi coetanei.
I principali parametri di disgrafia sono: lettere o parole mal allineate, spazio insufficiente tra le parole, assenza di collegamenti, deformazione delle lettere, forma e dimensione delle lettere variabili, ripassature e correzioni.
La disgrafia riguarda solo le abilità esecutive della scrittura e non è da confondersi con l’abilità grafica del disegnare. Solo se la disgrafia è su base disprassica o disprattica l’allievo presenterà difficoltà sia nella scrittura che nel disegno.
Discalculia (disturbo specifico delle abilità aritmetiche). E’ un deficit che può riguardare sia il sistema della cognizione numerica sia le procedure esecutive e del calcolo.
La condizione più frequente è quella di DSA di tipo misto.
Un approccio neuropsicologico alla dislessia ha messo in evidenza che i DSA sono spesso accompagnati da:
Disprassia è il deficit di esecuzione di un gesto intenzionale. Le difficoltà sono soprattutto rispetto alla capacità di pianificazione, programmazione ed esecuzione di un atto intenzionale finalizzato a un scopo.
Deficit legati al sistema mnemonico
Deficit attentivi ovvero disturbi da deficit di attenzione/iperattività o ADHD